Astana Qazaqstan Team 2024

Astana Qazaqstan Team 2024

03/01/2024 0 Di Giovanni Battistuzzi

L’Astana che sarà è distante anni luce dall’Astana che fu. D’altra parte il budget negli anni è prima rimasto invariato, poi è diminuito. Soprattutto è invecchiata la struttura societaria e con gli anni che passano si sono perse le idee innovative che avevano portato il grande ciclismo in Kazakistan. Eppure l’Astana Qazaqstan Team 2024 sembra meno improvvisata della formazione dello scorso anno. E c’è un po’ di fiducia in più tra gli uomini agli ordini di Alexandre Vinokourov e Alexandre Shefer. Basterà? Chissà. Serve un po’ di ottimismo. E forse nemmeno quello potrebbe bastare. 

L’Astana Qazaqstan Team cercherà di trascinare Mark Cavendish alla vittoria di una tappa al Tour de France, ricerca che il velocista britannico ha dovuto abbandonare tra le lacrime, si credeva per sempre, l’estate scorsa a causa di una caduta. Una vittoria che lo farebbe diventare il corridore più vincente nella storia della Grande Boucle, davanti anche al più forte di tutti i tempi, Eddy Merckx. 

Cosa c’è di nuovo nell’Astana Qazaqstan Team 

Mark Cavendish si riunirà con il suo pesce pilota di fiducia, l’uomo che ha contribuito alla sua rinascita sportiva. Michael Mørkøv, anche lui 38enne, è ancora uno dei migliori ultimi uomini in gruppo, uno dei più bravi a muoversi negli ultimi chilometri che conducono alle volatone (merito della pista, disciplina nella quale sa ancora eccellere). Al gruppo che dovrà aiutare Cav a raggiungere il grande traguardo si aggiungono poi altri due uomini di qualità assoluta: Rüdiger Selig, Max Kanter (che in qualche corsa potrebbe trasformarsi in finalizzatore, soprattutto se il terreno sarà mosso) e Davide Ballerini, gente che sa cosa fare e come muoversi. 

Gianni Moscon ha salutato il team e si è trasferito alla Soudal – Quick-Step di Patrick Lefevere. Una perdita importante sulla carta, molto meno per quanto visto negli ultimi due anni. E se prima abbiamo scritto che l’Astana Qazaqstan Team 2024 sembra una squadra meno improvvisata di quella di un anno fa è perché Alexandre Vinokourov e Alexandre Shefer hanno portato in squadra gente utile a movimentare le corse. Non essendoci nel gruppo qualcuno con ambizioni alle prime posizioni della classifica generale dei grandi giri, ecco che toccherà fare un po’ di casino, tentare di agguantare le fughe e magari portarne qualcuna al traguardo. Henok Mulubrhan e Lorenzo Fortunato sono corridori interessanti, buoni avventurieri. Harold Martín López e Santiago Umba (scuola Gianni Savio) sono scalatori di buon livello e poca continuità, ma nelle mani di Giuseppe Martinelli e Bruno Cenghialta possono crescere e diventare uomini fastidiosi per tutti.  

Ed è arrivato anche l’olandese Ide Schelling. Su di lui vale quanto detto nel 2021 da Jan Raas: “Ha un talento pazzesco, ma deve accorgersene, esserne consapevole. Quando accadrà sarà uomo da primissime posizioni sia nelle classiche valloni, sia nelle brevi corse a tappe. E in quelle da tre settimane può togliersi molte soddisfazioni”. Vedremo.

I corridori dell’Astana Qazaqstan Team 

  • BALLERINI Davide, 29 
  • BATTISTELLA Samuele, 25 
  • BOL Cees, 28 
  • BRUSSENSKIY Gleb, 23 
  • CAVENDISH Mark, 38 
  • CHARMIG Anthon, 25 
  • CHZHAN Igor, 24 
  • FEDOROV Yevgeniy, 23 
  • FORTUNATO Lorenzo, 27 
  • GAROFOLI Gianmarco, 21 
  • GAZZOLI Michele, 24 
  • GIDICH Yevgeniy, 27 
  • GRUZDEV Dmitriy, 37 
  • KANTER Max, 26 
  • KUZMIN Anton, 27 
  • LUTSENKO Alexey, 31 
  • LÓPEZ Harold Martín, 23 
  • MARUKHIN Daniil, 24 
  • MULUBRHAN Henok, 24 
  • MØRKØV Michael, 38 
  • PRONSKIY Vadim, 25 
  • SCARONI Christian, 26 
  • SCHELLING Ide, 25 
  • SELIG Rüdiger, 34 
  • SYRITSA Gleb, 23 
  • TEJADA Harold, 26 
  • UMBA Santiago, 21 
  • VELASCO Simone, 28 
  • VINOKUROV Nicolas, 21 

Va bene se 

Nel 2023 sono arrivate 16 vittorie, molto di più di quelle che ci si attendeva a gennaio, merito soprattutto del ritorno a buoni livelli di Alexey Lutsenko. Sono però 16 vittorie ottenute quasi tutte in corse di secondo livello. L’Astana Qazaqstan Team 2024 potrebbe ripetersi. Se arrivasse la vittoria di Mark Cavendish al Tour de France sarebbe festa grande in Kazakistan, un successo che darebbe più lustro che benefici, ma a volte il lustro basta e avanza. 

Qualcuno su cui scommettere 

Simone Velasco nel 2023 ha vinto i campionati italiani in linea. Ha soprattutto iniziato a capire, finalmente, di essere un corridore che può dire la sua su percorsi tosti (fu quinto al Grand Prix Cycliste de Montréal) e nei grandi giri. L’uomo nuovo per le corse a tappe potrebbe, dovrebbe, essere Harold Martín López. Ha il cambio di ritmo in salita, ha una discreta capacità di gestirsi e, dicono, ottime doti di recupero. Potrebbe essere fastidioso. 

La bici dell’Astana Qazaqstan Team 2024 

I corridori dell’Astana Qazaqstan Team pedaleranno la Wilier 0 SLR.