BORA – hansgrohe 2024 

BORA – hansgrohe 2024 

03/01/2024 0 Di Giovanni Battistuzzi

L’anno dieci della BORA – hansgrohe può trasformarsi nell’anno uno. E non per l’arrivo dal Team Visma | Lease a Bike, fu Team Jumbo – Visma, di Primoz Roglic. Il team ha annunciato infatti che Red Bull ha acquisito il 51% delle azioni delle società (RD pro cycling e RD Beteiligungs) della squadra tedesca. Il passaggio dovrebbe concludersi entro il 26 gennaio 2024. Cosa cambia per la BORA? Probabilmente niente per la prossima stagione, ma molto se non tutto per quelle future. Perché Red Bull ha intenzione di investire, e non poco, per la creazione di un team capace di vincere tantissimo e, soprattutto, investire nella scoperta e nel reclutamento di giovanissimi talenti. Se Red Bull investe lo fa per vincere. 

Intanto questo in questo 2024 la BORA – hansgrohe tenterà di tornare a vincere un grande giro, cosa riuscita nel 2022 con Jay Hindley al Giro d’Italia. Primoz Roglic punterà al Tour de France e al suo fianco dovrebbe trovare una squadra di prim’ordine, con Aleksandr Vlasov, Emanuel Buchmann e Lennard Kämna che diventeranno i suoi principali satelliti. Della solidità e affidabilità degli ultimi due non ci sono dubbi, un po’ di più sul russo che di fare il secondo non sembra essere felicissimo. Stesso discorso va esteso a Jay Hindley. Uno dei due dovrà sacrificarsi, l’altro sarà spedito a tentare di salire sul podio al Giro d’Italia 2024. 

Cosa c’è di nuovo nella BORA – hansgrohe 2024

Primoz Roglic è il nuovo centro di gravità della squadra tedesca. In più gli è stato avvicinato uno scudiero di ottimo livello: Daniel Felipe Martínez. Il valore del colombiano in salita lo conosce bene Egan Bernal. Una parte del successo al Giro d’Italia 2021, Bernal la deve al lavorone fatto da Martínez. Non è l’unico rinforzo però. Dal Equipo Kern Pharma è arrivato Roger Adrià, uno che in salita sa il fatto suo. E dal Team Jayco AlUla, Matteo Sobrero. L’italiano può essere pedina importante sia per le corse di un giorno che per la gestione delle tre settimane. È corridore intelligente, capace di gestire le energie sue e altrui e di togliere problemi ai capitani. Quello che sa fare bene Nils Politt, corridore che sarebbe servito moltissimo a Primoz Roglic, che proprio nella gestione della corsa si è dimostrato in questi anni deficitario. Il tedesco però è andato alla corte di Tadej Pogacar alla UAE Team Emirates. 

Le neo speranze per il futuro invece si chiamano Alexander Hajek e Emil Herzog. L’austriaco ha vent’anni, ma quando la strada sale ha dimostrato ampiamente di saperci fare, soprattutto nelle gare di un giorno. Ed è sempre nelle gare il linea che ha dimostrato di saper eccellere Emil Herzog. Rispetto all’austriaco è meno scalatore e più passista, ma è un corridore che è in continua trasformazione. 

Nota dolente per la BORA – hansgrohe è la perdita di Cian Uijtdebroeks, andatosene, in malo modo, al Team Visma | Lease a Bike.

I corridori della BORA – hansgrohe 2024 

  • ADRIÀ Roger, 25 
  • ALEOTTI Giovanni, 24 
  • BENEDETTI Cesare, 36 
  • BUCHMANN Emanuel, 31 
  • DENZ Nico, 29 
  • GAMPER Patrick, 26 
  • HAJEK Alexander, 20 
  • HALLER Marco, 32 
  • HERZOG Emil, 19 
  • HIGUITA Sergio, 26 
  • HINDLEY Jai, 27 
  • JUNGELS Bob, 31 
  • KOCH Jonas, 30 
  • KÄMNA Lennard, 27 
  • LIPOWITZ Florian, 23 
  • LÜHRS Luis-Joe, 20 
  • MACIEJUK Filip, 24 
  • MARTÍNEZ Daniel Felipe, 27 
  • MEEUS Jordi, 25 
  • MULLEN Ryan, 29 
  • PALZER Anton, 30 
  • ROGLIČ Primož, 34 
  • SCHACHMANN Maximilian, 29 
  • SOBRERO Matteo, 26 
  • VAN POPPEL Danny, 30 
  • VLASOV Aleksandr, 27 
  • WANDAHL Frederik, 22 
  • WELSFORD Sam, 27 
  • ZWIEHOFF Ben, 29 

Va bene se 

Anni fa l’addio di Sam Bennett avrebbe tolto parecchie vittorie a una squadra. L’irlandese però l’anno scorso ha corso male e raccolto poco e solo in corse di terza fascia. Le ventitré vittorie del 2023 possono essere raggiunte con discreta facilità. A patto che Primoz Roglic faccia il Primoz Roglic. Se poi ritornasse in forma Maximilian Schachmann qualche successo in più, e di buon peso, potrebbe arrivare. 

Qualcuno su cui scommettere 

Puntare su un velocista in una squadra che punta al gradino più alto nei grandi giri sembra sciocco. Soprattutto se questo velocista non è di primissimo pelo. Eppure Sam Welsford è una delle possibili grandi sorprese di questa stagione. Ha 27 anni, ha tempra, fondo, velocità e il grande dono di fregarsene della fatica. In più si è scoperto a suo agio sul pavé. Pensarlo davanti al Fiandre è utopia, ma in corse meno dure potrebbe riuscire a essere protagonista. 

La bici della BORA – hansgrohe 2024 

Specialized darà ancora le biciclette alla BORA – hansgrohe in questa stagione. Va così dal 2017. Per Roglic e compagnia c’è la S-Works Tarmac SL7.