Bottecchia, l’imboscato – La 9a tappa del Tour de France 1924

Bottecchia, l’imboscato – La 9a tappa del Tour de France 1924

08/07/2024 0 Di Giovanni Battistuzzi

Così il Corriere della sera ha raccontato la 9a tappa del Tour de France 1924, il primo vinto da Ottavio Bottecchia (qui trovate il prologo e tutte le puntate dedicate al racconto, con le parole di allora, della primo Tour de France vinto da Ottavio Bottecchia, un secolo fa)



La nona tappa del Giro di Francia (Tolone-Nizza, 280 chilometri), se non ha portato modificazioni essenziali nella classifica generale. Ha però dato occasione ad Aymo, con una gara meravigliosa, di avanzare di qualche posto, mentre il Ieader Bottecchia rimane saldamente al comando della grande gara. 

Si contano ora tre italiani nei primi cinque classificati e c’è da sperare – dato il distacco di pochi minuti che separa i quattro avversari dopo Bottecchia – che nella prossima tappa di montagna, Brunero ed Aymo riescano a guadagnare nuovi preziosi minuti portandosi rispettivamente secondo e terzo in classifica. 

Bottecchia si è preoccupato anche oggi di non affaticarsi inutilmente. Ciò che non gli ha impedito però di essere accolto al suo arrivo a Nizza come un vero trionfatore, insieme a Brunero e ad Aymo. Era invece passato inosservato, al primo passaggio da Nizza, con un opportuno sotterfugio operato col cambiamento di maglia, ed attuato per sfuggire al pericoloso entusiasmo delle migliaia di ammiratori italiani. 

Per la prima volta, dopo la partenza da Parigi, i concorrenti approfittarono di una  sveglia meno brusca di quella consueta notturna. Infatti essi lasciarono Tolone alle 6, su una strada illuminata dal sole e rinfrescata dall’aria balsamica del mare vicino. 

Un gruppo numeroso ha marciato regolarmente, passando da Tolone, da San Raffaele, da Cannes, e da Antibo fino al primo passaggio da Nizza.

L’arrivo a Nizza è avvenuto tra due fitte siepi di folla. Una specie di delusione ha colpito però il pubblico, perché era stato annunciato che Bottecchia aveva bucato pochi chilometri prima. Tutti gli italiani di Nizza, oltre quelli numerosi che hanno oltrepassato la frontiera per acclamare il loro connazionale, attendevano ansiosi l’arrivo del gruppo. Quando si seppe che Bottecchia aveva facilmente ripreso, tutti ne furono contenti.  

Il plotone arrivò e degli occhi avidi nel gruppo cercarono, gesticolando ed urlando, la maglia gialla, ma Bottecchia non si vedeva. Ad alta voce gli ammiratori urlavano il suo nome. Invece il veneto era passato al controllo senza farsi scorgere poiché non portava la maglia gialla, ma quella della sua squadra. Quando si ha quasi un’ora di vantaggio in classifica, la prudenza è di prammatica ed egli ha preferito evitare gli applausi ed è partito inosservato nel folto plotone.  

Quando i 60 corridori si furono riforniti a Nizza, si iniziò la parte più difficile della tappa con la famosa Boucle di Sospel. 

Alavoine, in ottima giornata, ha condotto il plotone e nella salita del colle di Braus, che sale a 895 metri. Egli è riuscito a distanziare tutti gli avversari, ma nella discesa è stato ripresa da Brunero ed Aymo.  

Nella seconda salita, quella di Sospel, Thys, mentre Alavoine retrocedeva, ha raggiunto i due italiani ed ha cercato con sforzo generoso di lasciarli in asso. Brunero ha ceduto. Aymo si è accodato al belga e con lui ha terminato la tappa, giungendo a Nizza applaudissimo insieme al vincitore.  

Sono arrivati poi insieme Alavoine, Bottecchia, Brunero e Frantz, mentre poco dopo è giunto ottimamente piazzato il giovane Vallazza che combatte in questo giro da valoroso.

Gli italiani sono stati particolarmente festeggiati.

L’ordine d’arrivo della 9a tappa del Tour de France 1924, il primo vinto da Bottecchia

  1. Philippe Thys in 11 ore 52 minuti e 8 secondi
  2. Bartolomeo Aymo s.t.
  3. Jean Alavoine a 6min 13sec
  4. Ottavio Bottecchia s.t.
  5. Giovanni Brunero s.t.
  6. Nicolas Frantz s.t.
  7. Ermano Valazza a 10min 10sec
  8. Théophile Beeckman a 10min 24sec
  9. Lucien Buysse a 10min 58sec
  10. Georges Cuvelier a 13min 4sec

La classifica generale dopo 9a tappe

  1. Ottavio Bottecchia in 138 ore 35 minuti e 21 secondi
  2. Nicolas Frantz a 50min 56sec
  3. Giovanni Brunero a 58min 32sec