Fuga dal Giro d’Italia – Quando a Genova sbarcò la prima bicicletta

Fuga dal Giro d’Italia – Quando a Genova sbarcò la prima bicicletta

08/05/2024 0 Di Giovanni Battistuzzi

Erano più o meno le undici del mattino del 6 marzo del 1887 quando dal piroscafo Heart partito dal porto di Portsmouth, scese un signore con un’elegante bombetta, una lunga giacca blu oltremare e una barba alla Ceccobeppe con dei baffoni ben impomatati a ricciolo. 

Non era la prima volta che quel signore distinto si recava a Genova. E non sarebbe stata l’ultima. Nei periodi che trascorreva nella città ligure, il signor Wilson Theodore Ward, era solito risiedere in una casa nelle vicinanze di Porta Principe. E anche quella volta lì era diretto. Una casa discreta, con un doppio ingresso, uno di questi ben protetto dagli sguardi dei curiosi. Ed era per questo che sborsava ben più sterline di quelle che avrebbe sborsato al Grand Hotel. Al Grand Hotel però donna Elvira, coniugata con un ricco nobiluomo genovese, non ci sarebbe potuta entrare, e così preferiva sborsare fior di quattrini ma poter godere della sua intima presenza. 

Quel giorno il signor Wilson Theodore Ward attirò l’attenzione della gente non per il suo abito elegante o la sua bombetta. Nemmeno per i baffi impomatati. Era per quello che teneva con una mano e trascinava al suo fianco. E quella sì che era una cosa che nessuno aveva mai visto. A tal punto sorprendente che Il Secolo XIX, che era stato fondato nemmeno due mesi prima, il giorno dopo ci dedicò qualche riga: “Ci è capitato in acconcio di notare lo sbarco in porto di una interessante novità velocipedistica britannica. Accanto a un nobiluomo d’Angliterra v’era un biciclo che privo di ruota d’ampio diametro anteriore promette di trasportare li omini in più sicura maniera”. 

Quella era, probabilmente, la prima bicicletta di sicurezza che è stata pedalate in Italia: un modello Rover Safety Bicycle, quello inventato da John Kemp Starley.  

Certezza che fosse davvero la prima non ci può essere. E non ci può essere perché esiste una foto conservata in un antico e prestigioso albergo comasco che ritrae un’altra Rover Safety Bicycle, datata più o meno, nel novembre del 1886, davanti alla struttura alberghiera. 

Non fu l’unica novità che il signor Wilson Theodore Ward portò in Italia. Nel 1899 fu lui assieme al grande amico Charles De Grave Sells a importare la prima divisa rossoblù del Genoa Cricket and Football Club. 

Chissà se oggi i corridori partendo da Genova penseranno al fatto che proprio lì è iniziata, forse, la storia della bicicletta di sicurezza in Italia. Una storia che continua sino a oggi, visto che le leggerissime e tecnologicissime biciclette che pedalano altro non sono che biciclette di sicurezza. 

La quinta tappa del Giro d’Italia 2024 parte da Genova

Qui trovate la guida a tutte le tappe del Giro d’Italia 2024 – qui invece la guida a tutti i protagonisti della corsa rosa.

Le altre fughe dal Giro

La Maddalena di Italo Calvino – La Madonna nera di Chuck BerryMa dove vai con il lesso in bicicletta? Ad AlbaLa fortezza ciclistica del colle del Melogno