Giro del Delfinato 2024 – La guida

Giro del Delfinato 2024 – La guida

31/05/2024 0 Di Giovanni Battistuzzi

Otto giorni, otto tappe, tanto dislivello e cinque arrivi in salita. Troppi? Forse. Il Giro del Delfinato 2024 è un su e giù continuo, buono per tirarsi il collo e misurarsi le gambe in vista del Tour de France che inizierà venti giorni dopo la conclusione della corsa.

In otto giorni i corridori percorreranno 1.203 chilometri, scaleranno 28 Gran premi della montagna per un totale di 32.987 metri di dislivello, oltre quattromila metri soltanto sabato (spalmati in 155,3 chilometri).

Il gran finale sarà lungo tre giorni, dieci Gran premi della montagna e tredici salite. La più attesa è quella finale della tappa di sabato. La settima tappa si arrampicherà sulla strada che porta a Samoëns 1600, 10 chilometri al 9,3% e con tratti al 16%. Il direttore del Tour de France Christian Prudhomme, ha deciso di testarla al Giro del Delfinato prima di portarla alla Grande Boucle.

In due tappe – la prima e la quinta – però i velocisti potrebbero avere la loro occasione di giocarsi lo sprint.

Le tappe del Giro del Delfinato 2024

102/06 domenicaSaint-Pourçain-sur-Sioule – Saint-Pourçain-sur-Sioule172.5
203/06 lunedìGannat – Col de la Loge142
304/06 martedìCelles-sur-Durolle – Les Estables181.7
405/06 mercoledìSaint-Germain-Laval – Neulise (cronometro individuale)34.4
506/06 giovedìAmplepuis – Saint-Priest167
607/06 venerdìHauterives – Le Collet d’Allevard174.1
708/06 sabatoAlbertville – Samoëns 1600155.3
809/06 domenicaThônes – Plateau des Glières160.6

L’altimetria delle tappe del Giro del Delfinato 2024

1a tappa | domenica 2 giugno | Saint-Pourçain-sur-Sioule – Saint-Pourçain-sur-Sioule, 172,5 km

Dovrebbe essere volata, ma con oltre duemila metri di dislivello sulle gambe. Non tutti i velocisti a Saint-Pourçain-sur-Sioule avranno le gambe giuste per sprintare.

2a tappa | lunedì 3 giugno | Gannat – Col de la Loge, 142 km

Occasione per avanguardisti o scattisti. I metri di dislivello superano di poco i 2.500, il finale è tutto più o meno all’insù per quasi 25 chilometri, ma c’è nulla di davvero troppo fastidioso.

3a tappa | martedì 4 giugno | Celles-sur-Durolle – Les Estables, 181,7 km

Come qui sopra ma con oltre cinquecento metri di dislivello in più e un finale più rognoso e più pendente.

4a tappa | mercoledì 5 giugno | Saint-Germain-Laval – Neulise (cronometro individuale), 34,4 km

Cronometro da specialisti, ma fino a un certo punto. Da quasi metà gara in poi serve saper condurre la bicicletta e avere gambe buone al rilancio dell’andatura. Le curve sono parecchie.

5a tappa | giovedì 6 giugno | Amplepuis – Saint-Priest, 167 km

Centoquarantaquattro chilometri di fastidi e tranelli, prima di ventitré chilometri di relativa tranquillità. Sarà sprint se vinceranno i secondi sui primi.

6a tappa | venerdì 7 giugno | Hauterives – Le Collet d’Allevard, 174,1 km

Tutto si dovrebbe decidere sull’ultima salita. L’ascesa è dura, in certi tratti fastidiosissima.

7a tappa | sabato 8 giugno | Albertville – Samoëns 1600, 155,3 km

La tappona del Giro del Delfinato. Il col de la Ramaz in mezzo può sfibrare molte resistenze. La salita finale è durissima e potrebbe presto entrare nella geografia del Tour de France.

8a tappa | domenica 9 giugno | Thônes – Plateau des Glières, 160,6 km

Si pedala a lungo in salita, l’inizio è molto duro, poi saranno le ascese che portano a Salève e al Plateau des Glières a decidere i giochi. Sempre che non siano già decisi.

Chi c’è al Giro del Delfinato 2024: la lista dei partenti

Data powered by FirstCycling.com