Giro d’Italia – Passo dello Stelvio addio

Giro d’Italia – Passo dello Stelvio addio

10/05/2024 7 Di Giovanni Battistuzzi

[Aggiornamento del 14 maggio 2024: qui il percorso ufficiale della 16esima tappa del Giro d’Italia]

Va detto che Mauro Vegni almeno ci ha provato a regalare al Giro d’Italia 2024 (e a regalarsi) il luogo dove sentirsi cielo. Era un passaggio, una ascesa vertiginosa verso le nuvole, tanto meravigliosa quanto, ai fini della corsa, frivola. Un’escursione ad alta, altissima quota, ma a quasi centocinquanta chilometri dall’arrivo. Lontana, ma si sarebbe fatta sentire. Il Passo dello Stelvio non ci sarà al Giro d’Italia, la sua maestosa presenza sarà solo un’attesa vana. 

L’ultima nevicata è del 4 maggio, venti centimetri. Ma lì al passo, verso il passo, la neve ha un’altezza minima di 90 centimetri e massima di tre metri e quaranta. Sgombrare l’asfalto dalla neve non è un problema, i mezzi ci sono. Il problema è garantire la sicurezza dei corridori. E ridurre a zero il rischio slavine è impossibile. Problema già visto molte e molte volte nella storia del Giro d’Italia. 

Perdere una salita, una salita come lo Stelvio, è un peccato, perché è dura, lunga, altissima. La battezzò Fausto Coppi nel 1953, l’hanno esaltata grandi campioni per oltre mezzo secolo. Si dovrà far senza. 

Quel che è certo è che la 16a tappa del Giro d’Italia 2024 cambierà. Potrebbe essere più facile, quasi sicuramente. Eppure la si potrebbe rendere matta, ancor più lunga e ancor più difficile. Ma non accadrà.

Due sono le opzioni per la 16a tappa del Giro d’Italia. Eccole

La 16a tappa del Giro d’Italia 2024 senza il Passo dello Stelvio, versione 1 (la più probabile)

La 16a tappa del Giro d’Italia 2024 senza il Passo dello Stelvio, versione 2 (non succede, ma se succede)