Jonas Vingegaard correrà il Tour de France 2024

Jonas Vingegaard correrà il Tour de France 2024

20/06/2024 0 Di Giovanni Battistuzzi

Jonas Vingegaard correrà il Tour de France. Non era scontato. Il 4 aprile era aveva dovuto abbandonare il Giro dei Paesi Baschi alla quarta tappa. Era finito in ospedale con diverse costole fratturate, la clavicola rotta, uno pneumotorace e la certezza che sarebbe stato doloroso rimettersi in bicicletta. In bicicletta c’è tornato il prima possibile, in Danimarca. Poi si è trasferito a Tignes, sulle Alpi francesi, per vedere se il Tour de France fosse davvero impossibile da rincorrere. Perché altro non era che una rincorsa la sua. Un tentativo di realizzare l’impossibile. L’avevano detto i medici alcuni giorni dopo la caduta: ci vorranno almeno tre quattro mesi per ritornare a pedalare decentemente. Per tornare a pedalare, non per competere. C’ha messo meno. Molto meno. 

“Nelle ultime settimane ha dimostrato di essere un campione, sia mentalmente che fisicamente”, ha detto il direttore sportivo Merijn Zeeman del Team Visma | Lease a bike

I campioni lo sono perché fanno cose che noi normodotati sembrano impossibili. E impossibili sono per quasi tutti. Non per loro però. E rimettersi in bicicletta e tornare a pedalare quantomeno decentemente – per gli standard del danese si intende – dopo due mesi e mezzo da un volo del genere, quello al Giro dei Paesi Baschi, quello dentro una canalina di scolo dell’acqua in cemento, rientra nell’impossibile. Per noi, mica per lui. 

“Sono molto orgoglioso di Jonas e del team di allenatori della squadra”, ha aggiunto Zeeman. “Naturalmente, noi non sappiamo ancora fino a che punto potrà arrivare. Siamo cauti perché non ha potuto correre e la sua preparazione è stata tutt’altro che ideale, per usare un eufemismo. Ma sarà lì, sano e motivato”. 

Sano e motivato. C’è da non crederci. C’è da essere felici per lui, per il Tour de France, quindi anche per noi. 

Anche perché al suo fianco ci sarà pure Wout van Aert, pure lui acciaccato, ferito, fratturato in primavera. Pure lui mosso da quella enorme fame di rivalsa nei confronti della sfiga


Vingegaad van Aert Tour de France 2024
Foto tratta dal sito del Team Visma | Lease a bike

In quale stato di forma Jonas Vingegaard si presenterà alla Grand Départ di Firenze è secondario. Pure chiedersi se potrà davvero competere con un Tadej Pogacar alla ricerca di completare il suo ingresso nella storia più storia del ciclismo, quella della doppietta Giro-Tour, è secondario. Ci sarà. E questo in fondo basta. 

“Sono entusiasta di iniziare il Tour. Gli ultimi mesi non sono stati sempre facili, ma ringrazio la mia famiglia e il Team Visma | Lease a Bike per il loro incrollabile supporto. Abbiamo lavorato insieme per arrivare a questo momento e, naturalmente, Sono molto entusiasta di vedere dove mi trovo, mi sento bene e molto motivato”, ha detto il danese due volte maglia gialla a Parigi. 

Si sente bene, è motivato. Vedremo. E c’è una gran voglia di vedere sino a dove potrà arrivare. 

Jonas Vingegaard si troverà nei panni che aveva indossato Tadej Pogacar un anno fa. Quelli dell’incerottato e quasi spacciato, del corridore che non potrà in alcun modo evitare la vittoria del grande rivale. Tadej illuse, si illuse, per quasi due settimane che non fosse così. Poi pagò dazio, non poteva fare di più. Ci regalò comunque due settimane di ciclismo eccellente, il migliore, quello nel quale due campioni lottano più o meno alla pari con l’unico scopo di togliersi dalla scia l’altro

Jonas Vingegaard tornerà, è tornato. Forse si staccherà subito, forse no. Sarà una bella scoperta comunque.