Team dsm-firmenich PostNL 2024 

Team dsm-firmenich PostNL 2024 

11/01/2024 0 Di Giovanni Battistuzzi

La squadra più imperscrutabile delle ultime stagioni continuerà a essere la squadra più imperscrutabile anche in questa stagione. Nel menu del Team dsm-firmenich PostNL 2024 ci saranno volate, fughe e Romain Bardet. Il francese è il leader della squadra, gode di libertà e fiducia assoluta. Correrà sia il Giro d’Italia che il Tour de France per cercare di conquistare quella vittoria che gli è sempre sfuggita la scorsa stagione. Il francese da uomo di classifica si sta evolvendo in magnifico interprete di giornata. Ha detto che al Giro proverà a curare anche la classifica, qui speriamo che lasci perdere e si concentri sulle fughe. 

Per le pietre c’è sempre il caro vecchio John Degenkolb. Il tedesco è da un po’ che non è più il corridore capace di vincere la Roubaix, ma ancora non è da buttare, anzi sa ancora stupire. Anche perché c’è un Tobias Lund Andresen da far crescere. 

L’anno scorso il Team dsm aveva un’ampia scuderia di velocisti, è rimasto solo Nils Eekhoff. E si è aggiunto Fabio Jakobsen, arrivato dalla Soudal – Quick step. E non è aggiunta da poco. Perché l’olandese è sprinter assai valido, uno tra i migliori in circolazione e alla formazione olandese servono punti e vittorie per continuare a rimanere nel World Tour. 

Cosa c’è di nuovo nel Team dsm-firmenich PostNL 2024 

Oltre a Fabio Jakobsen è arrivato un altro corridore di alto livello: Warren Barguil. Il francese vince poco, ma vince bene. Il suo è un ritorno a casa, visto che proprio nella squadra di Iwan Spekenbrink aveva vissuto le sue annate migliori, quelle delle due tappe vinte alla Vuelta e delle due al Tour de France con tanto di maglia a pois. Spekenbrink crede molto in Gijs Leemreize, arrivato dal Team Visma | Lease a bike. Il ventiquattrenne olandese è un buon scalatore, gli piace attaccare e sa gestirsi bene in fuga. Non è uomo da altissima classifica, ma potrebbe essere utilissimo sia come spalla, sia come libero battitore. 

I corridori del Team dsm-firmenich PostNL 2024 

  • ANDRESEN Tobias Lund, 21 
  • BARDET Romain, 33 
  • BARGUIL Warren, 32 
  • BEVIN Patrick, 32 
  • BITTNER Pavel, 21 
  • COMBAUD Romain, 32 
  • DEGENKOLB John, 35 
  • DINHAM Matthew, 23 
  • EDDY Patrick, 21 
  • EDMONDSON Alex, 30 
  • EEKHOFF Nils, 25 
  • FLYNN Sean, 23 
  • HAMILTON Chris, 28 
  • JAKOBSEN Fabio, 27 
  • LEEMREIZE Gijs, 24 
  • LEIJNSE Enzo, 22 
  • LIEPIŅŠ Emīls, 31 
  • MÄRKL Niklas, 24 
  • NABERMAN Tim, 24 
  • ONLEY Oscar, 21 
  • POOLE Max, 20 
  • ROOSEN Timo, 31 
  • TUSVELD Martijn, 30 
  • VAN DEN BERG Julius, 27 
  • VAN DEN BROEK Frank, 23 
  • VAN UDEN Casper, 22 
  • VERMAERKE Kevin, 23 
  • WELTEN Bram, 26 

Va bene se 

Servono punti e vittorie. Nel 2023 il Team dsm colse 11 successi. Alberto Dainese vinse una tappa al Giro e una alla Vuelta: è andato alla Tudor (con Marius Mayrhofer, che alzò le braccia in un’occasione). Sam Welsford colse quattro successi: è andato alla Bora – hansgrohe. Migliorare il bottino è possibile, ma serve il miglior Jakobsen e tante fughe. 

Qualcuno su cui scommettere 

Nel 2023 Max Poole ha iniziato le sue prove tecniche di trasmissione. Il segnale è già buono, ma c’è ancora da lavorare per renderlo ottimo. Perché ottimo lo può diventare davvero. Max Poole è un corridore completo, in salita ha già dimostrato di non essere troppo distante dai migliori, a cronometro si difende molto bene, e nelle grandi corse a tappe ha capito che le chiude migliorando, e questo è un ottimo segnale. Deve però migliorare, e di molto, il suo modo di correre in gruppo per non trovarsi a rincorrere sempre. 

La bici del Team dsm-firmenich PostNL 2024 

Bardet e compagni pedaleranno su bici Scott. Per loro c’è la Addict RC, la Foil RC e la Plasma a seconda delle necessità